Uno sguardo al futuro mondo del lavoro

Uno sguardo al futuro mondo del lavoro

by Claudia in blog 17/04/2019

Quali saranno i lavori dei prossimi 30 anni ?

Molti a questa domanda risponderebbero “chi vivrà vedrà”, perché il mondo del lavoro attuale ci spinge a vivere alla giornata o al mese. Ebbene sappiate che in realtà non è tutto così incerto. Secondo una stima del Financial Times più della metà dei bambini di oggi, una volta adulti, andranno a fare lavori che ancora non esistono. Nei prossimi 30 anni ci saranno occupazioni lavorative totalmente sostituite dalla tecnologia e alcune invece che sopravvivranno. L’assistenza dell’uomo sarà comunque necessaria: serviranno, nel settore industriale, operai altamente specializzati per la manutenzione dei robot e cresceranno i posti nei centri di assistenza dei siti di e-commerce. Secondo questa stima, le occupazioni lavorative più al sicuro saranno quelle legate al mondo dello spettacolo, alle risorse umane, alla psicoterapia e alle cure sanitarie. Quindi se vostro figlio vorrà fare il cantante o l’attore esultate ! Probabilmente avrà “la poltrona” più sicura di un contabile. La generazione Z, di cui fanno parte i bambini di adesso che nel 2030 avranno 20 anni, sarà inoltre la prima a lavorare gomito a gomito con la tecnologia industriale più all’avanguardia e avrà la responsabilità di ripensare e sviluppare una green economy più efficace. Gli indirizzi di studio in ambito tecnologico, scientifico e ingegneristico aumenteranno e godranno di molte più opportunità lavorative. L’invecchiamento della popolazione mondiale sarà poi alla base di un forte impulso delle occupazioni relative alla cura e all’assistenza della persona. Questo bilancio non deve però far pensare che la disoccupazione aumenterà, ma solo che le occupazioni lavorative cambieranno sulla scia del progresso tecnologico. Il segreto dunque è formarsi e avere attitudine ad apprendere le nuove mansioni che approderanno nel mondo del lavoro grazie alla tecnologia. Se fino adesso la laurea ha costituito il pass necessario per molte occupazioni altamente specializzate, in futuro torneranno ad avere un peso discreto anche le capacità pratiche e manuali. Liberarsi dunque dalla zavorra delle mode culturali, per cui ad esempio fare l’avvocato è più redditizio e onorabile rispetto al lavoro artigiano, e pensare in lungo e in grande è indispensabile.