Le soft skills utili nel mondo del lavoro

Le soft skills utili nel mondo del lavoro

by Claudia in blog 26/07/2018

Se vi è capitato di leggere articoli sul mondo del lavoro non avrete potuto evitare di imbattervi in consigli su come coltivare le vostre soft skills. Ma cosa sono esattamente queste soft skills?

Partiamo dalla loro controparte: le hard skills che sono le competenze “quantificabili” del vostro curriculum. Possono essere misurate in maniera oggettiva perché riguardano le vostre conoscenze di programmi software, livello di conoscenza di una lingua straniera, l’uso di un gestionale, le certificazioni che avete ecc..

Le soft skills invece includono le proprie capacità, le attitudini, la maniera di comunicare, insomma inclinazioni legate all’individuo e non sono specifiche ad un profilo ricercato o non si sono apprese certo ad un corso o a scuola. Sono complementari alle hard skills e in genere vengono acquisite nel corso del tempo e con l’esperienza.

Ci sono alcune soft skills particolarmente apprezzate dai recruiter e che sono sempre più richieste nel mondo del lavoro:

  1. Problem Solving

È la capacità di comprendere e analizzare un problema per individuare la soluzione migliore. Ad essere premiato è un atteggiamento propositivo finalizzato a delineare una linea di azione che porti a un risultato concreto. Non basta essere rigorosi o razionali ma serve collaborare con la propria parte creativa per la ricerca di una soluzione, a volte anche fuori dagli schemi, il cosiddetto Lateral Thinking

  1. Flessibilità

Per molte aziende i cambiamenti strutturali o strategici sono all’ordine del giorno è quindi essenziale che i dipendenti siano in grado di affrontare le novità gestendo al meglio lo stress per trovare velocemente un nuovo equilibrio. Si richiede insomma flessibilità intendendo con questo la capacità di adattarsi e rinnovarsi quando le hard skills diventano obsolete.

  1. Collaborazione

La capacità di inserirsi e lavorare all’interno di un team può essere determinante per individuare una risorsa da inserire in un quadro aziendale già strutturato. Il candidato ideale non solo deve essere in grado di svolgere i suoi compiti all’interno di un gruppo, ma anche di riconoscere e rispettare le gerarchie sul posto di lavoro. Essere disponibili all’ascolto, comprendere le ragioni altrui e saper trovare dei compromessi sono requisiti fondamentali, soprattutto per un Responsabile che deve gestire un Team.

  1. Gestione Dello Stress

In situazioni stressanti è fondamentale riconoscere quali siano le cause che ci provocano tensione e agire in maniera tale, da minimizzare le possibili conseguenze nelle nostre azioni quotidiane. Saper gestire il proprio stress significa anche, acquisire consapevolezza dei propri limiti e dei propri bisogni.

  1. Proattività e capacità decisionale

Un atteggiamento positivo è senza dubbio coinvolgente e rende il lavoro quotidiano meno pesante aiutando a migliorare le performance. Ben visti sono i candidati che riescono a trasmettere determinazione prendendo decisioni efficaci senza aspettare che altri agiscano prima di lui.